Frentania Teatri | Chi Siamo
22153
page-template,page-template-full_width,page-template-full_width-php,page,page-id-22153,ajax_fade,page_not_loaded,,select-theme-ver-4.5,vertical_menu_enabled,wpb-js-composer js-comp-ver-5.5.2,vc_responsive

Frentania Teatri

L’Associazione Culturale FRENTANIA TEATRI nasce dall’idea del suo fondatore, Giandomenico Sale, come centro di ricerca, produzione e programmazione teatrale e cinematografica.

Negli anni della sua attività l’associazione ha riaperto e gestito il Teatro Fulvio di Guglionesi, il Teatro Verde di Termoli e il Teatro Risorgimento di Larino. Ha curato la programmazione d’Essai del cinema Sant’Antonio di Termoli fino alla sua chiusura e la programmazione cinematografica di Guglionesi e Larino.

Un progetto di divulgazione culturale che ha reso Frentania Teatri un punto di riferimento nel suo luogo d’appartenenza: il Basso Molise. Grazie alle sue produzioni, il lavoro targato Frentania Teatri si è fatto conoscere sia in Italia che all’estero, portando avanti il suo duplice obiettivo: importare ed esportare Cultura.

Giandomenico Sale

Presidente e Direttore Artistico FRENTANIA TEATRI

 

Regista, attore, performer, direttore artistico. Nato a Termoli, Molise, Italia. Si forma e lavora con personalità come Beatrice Bracco, Judith Malina, Thomas S. Walker, Sheila Dabney, Romeo Castellucci, Emma Dante, Luigi Maria Musati, Daniela Capacci, Giovanna Summo.  Si esibisce o presenta i suoi lavori anche al Living Theatre di New York, al Pázmány Film Festival di Budapest, al Napoli Teatro Festival, allo Stockholm Fringe Festival, a Salvador de Bahia, al C.C. Borges di Buenos Aires.

Ha curato diversi laboratori teatrali rivolti alle scuole medie e superiori, nelle zona svantaggiate di Salvador de Bahia. Da due anni dirige gli spettacoli teatrali messi in scena dai detenuti a regime di Alta Sicurezza presso la Casa Circondariale di Larino – CB -.

Il suo è un percorso incentrato sulla realizzazione di spettacoli teatrali frutto della ricerca e della contaminazione dei vari linguaggi artistici: parola, movimento, suono, video. Lavora sui testi attraverso una rielaborazione teatrale e antropologica.

Nel 2011 fonda l’Associazione Culturale Frentania Teatri, un centro di ricerca, produzione e programmazione teatrale. Direttore Artistico freelance, dirige il Teatro Verde di Termoli, il Teatro Risorgimento di Larino e il Fulvio di Guglionesi.

Gisela Fantacuzzi

Gisela Fantacuzzi danzatrice, coreografa, ricercatrice e insegnante del metodo Feldenkrais®. S’interessa alla ricerca, all’improvvisazione e alla creazione nelle arti performativi, lavorando sia in spazi teatrali che non convenzionali. Dal 2016 si dedica all’insegnamento del Metodo Feldenkrais®. Proponendo il suo laboratorio Il Corpo Attraversato, la sua continua ricerca sull’utilizzo dei principi della Consapevolezza Attraverso il Movimento® come base per la sensibilizzazione del corpo e l’allenamento fisico nelle arti performative. Dopo gli studi di laurea in Composiciòn coreogràfica en Danza Teatro a Buenos Aires, ha continuato a studiare e ad approfondire il suo metodo di allenamento per il corpo del performer dal 2001 fino ad oggi con l’artista argentina Viviana Iasparra, inspirandosi, inoltre, al teatro, yoga, arti marziali, danza contemporanea e alla stessa vita quotidiana. Dal 2005 inizia la sua propria ricerca coreografica, creando ininterrottamente fino ad oggi più di 15 performance, che ha rappresentato con il nome di Compagnia Insomnia in Europa e in Sudamerica, collaborando con diversi artisti di Argentina, Chile, Uruguay, Brasile, Italia, Germania, Serbia, Belgio e Slovenia.

Da alcuni anni collabora alla realizzazione degli spettacoli e dei laboratori prodotti da Frentania Teatri.

Teatro ‘RISORGIMENTO’

 

Via degli Emigranti

Larino

Teatro Verde di Termoli

 

Il Teatro Verde nasce all’interno del Parco Comunale “Girolamo La Penna” di Termoli nel 1984, con i suoi 2.200 posti è uno dei teatri all’aperto più grandi del Molise e ha sempre accolto spettacoli teatrali e concerti di richiamo nazionale.

Dopo alcuni anni di abbandono, nel 2016 Frentania Teatri decide di proporsi come gestore della struttura, per recuperare e riaprire uno dei pochi spazi pubblici destinati alla Cultura presenti nella città. Il progetto viene accolto positivamente dai cittadini e dai turisti visto il numero sempre maggiore di spettatori.